Luxury Vittoriano

Esplora

ESPLORA ROMA

ROMA ANTICA

A 800 Metri

a 800 mt

COLOSSEO

La costruzione dell'Anfiteatro Flavio, meglio conosciuto come il Colosseo, inizia intorno all'anno 71 dC sotto l'imperatore Vespasiano d.C.. Leggi tutto ...

A 200 Metri

a 200 mt

FORI IMPERIALI

I Fori Imperiali sono un complesso architettonico unico al mondo, composto da una serie di edifici e piazze monumentali, centro dell'attività politica di Roma antica, edificate in un periodo di circa 150 anni, tra il 46 a.C. e il 113 d.C. Alla fine del periodo repubblicano, quando Roma era ormai divenuta la capitale di un enorme impero che si estendeva dalla Gallia all’Asia Minore, l’antico Foro romano si rivelò insufficiente alle funzioni di centro amministrativo della città. Giulio Cesare, nel 46 a.C., provvide per primo alla realizzazione di una nuova piazza, considerata all’inizio come un semplice ampliamento del Foro repubblicano. ..

a 400 Metri

a 400 Metri

TEATRO MARCELLO

L'edificio venne eretto al limite meridionale della IX regione augustea, Campo Marzio, nel luogo che la tradizione aveva consacrato alle rappresentazioni sceniche, dove dal 179 a. C. si trovava il theatrum et proscenium ad Apollinis, connesso con il tempio di Apollo. Leggi tutto...

a 150 Metri

FORO TRAIANO

Tra il 95 e il 105 d.C., fu avviato lo sbancamento delle pendici del Quirinale allo scopo di ricavare spazio per nuovi edifici. In totale furono rimossi materiali tufacei per circa 300.000 metri cubi, ottenendo così una superficie edificabile di circa 4,2 ettari. In quest’area fu realizzato l’ultimo in ordine di tempo e il più grandioso dei Fori Imperiali: il Foro di Traiano. La sua costruzione derivò probabilmente dalla necessità di nuovi spazi da dedicare all’amministrazione della giustizia, attività che dal Foro Romano si era spostata tra il Foro di Cesare e quello di Augusto. Il Foro di Traiano, inoltre, fu realizzato per celebrare la vittoria dell’imperatore sui Daci, sconfitti in due durissime campagne militari...

I LUOGHI

a 300 mt

Il Campidoglio

Il Campidoglio

Il Campidoglio è il più importante e incantevole dei sette colli su cui fu fondata Roma. Ha simboleggiato l'epicentro dell'impero romano con i templi più importanti della città.Il progetto del XVI secolo dell'attuale piazza è opera di Michelangelo.

a 600 mt

a 300 mt

Phanteon

Le divinità romane erano tantissime e il tempio fu originariamente costruito da Agrippa nel 27/25 a.C. ma venne distrutto da un incendio nell'80 d.C. Fu ricostruito da Domiziano e bruciò di nuovo nel 110 d.C. e, infine, venne riedificato da Adriano

a 1300 mt

Trinità dei Monti

Trinità dei Monti

La chiesa della Santissima Trinità dei Monti è un luogo di culto cattolico di Roma, nel rione Campo Marzio, posto sulla cima della celebre scalinata di piazza di Spagna. La chiesa è officiata anche in francese ed è affidata alla Comunità dell'Emmanuele[1] ed è una delle 5 chiese cattoliche francofone di Roma, insieme con San Luigi dei Francesi, San Nicola dei Lorenesi, Sant'Ivo dei Bretoni e Santi Claudio e Andrea dei Borgognoni.

a 1000 mt

a 1000 mt

Castel Sant'Angelo

Castel Sant'Angelo, detto anche Mausoleo di Adriano, è un monumento di Roma, situato sulla sponda destra del Tevere di fronte al pons Aelius, a poca distanza dal Vaticano, tra il rione di Borgo e quello di Prati; è collegato allo Stato del Vaticano attraverso il corridoio fortificato del "passetto"

a 1600 mt

Vaticano

Vaticano

La Città del Vaticano, ufficialmente Stato della Città del Vaticano (in latino: Status Civitatis Vaticanæ[12]), chiamata anche semplicemente Vaticano (o per antonomasia San Pietro, o impropriamente Santa Sede), è uno Stato senza sbocco al mare della Penisola italiana, il più piccolo Stato sovrano del mondo sia per popolazione (453 abitanti)[13] che per estensione territoriale (0,44 km²), il sesto per densità di popolazione.[14] Come forma di governo è una teocrazia.

LE FONTANE

a 400 mt

Fontana di Trevi

Fontana di Trevi

Alimentata da uno dei più antichi acquedotti di Roma, la Fontana di Trevi rappresenta Oceano su un carro trainato da cavalli marini e tritoni. ... Fu scelto lo scultore Nicola Salvi che nel 1732 iniziò i lavori, ma la fontana fu conclusa solo trent'anni dopo nel 1762 da Giuseppe Pannini.

a 900 mt

Fontana dei Quattro Fiumi

Fontana dei Quattro Fiumi

La Fontana dei Quattro Fiumi, o anche solo Fontana dei Fiumi, è una fontana artistica di Roma posta al centro di piazza Navona, davanti alla chiesa di Sant'Agnese in Agone, progettata dallo scultore e architetto Gian Lorenzo Bernini e realizzata da un gruppo di scultori, tra cui figurano Giovan Maria Franchi, Giacomo Antonio Fancelli, Claude Poussin, Antonio Raggi e Francesco Baratta, tra il 1648 e il 1651.
900 mt
Fontana della Barcaccia 

La tradizione vuole che per il progetto il Bernini si sia ispirato ad una vecchia barca trascinata dalla piena del Tevere nel 1598 fino ai piedi di Trinità de’ Monti. … La fontana prende il nome dal tipo di imbarcazione usata nel Seicento per il trasporto delle botti di vino lungo il fiume detta appunto “barcaccia”.

LE PIAZZE

a o mt

Piazza Venezia

Piazza Venezia

Piazza Venezia si estende tra Via del Corso e Via dei Fori Imperiali e deriva la sua forma attuale dai rifacimenti dell’area, occorsi a cavallo tra Ottocento e Novecento, per la realizzazione del Monumento a Vittorio Emanuele II. Opera di Giuseppe Sacconi, vincitore del concorso, anche nota come Altare della Patria, fu iniziata nel 1885 e conclusa da Gaetano Koch, Manfredo Manfredi e Pio Piacentini nel 1911.

a 900 mt

Piazza di Spagna

Piazza di Spagna

Centro romantico della Roma Ottocentesca, già nel XV secolo assunse un ruolo commercialmente molto importante per la presenza di molti alberghi e di case abitate da stranieri, richiamati in questa zona dalle rappresentanze dei governi spagnolo e francese. Sotto il pontificato di Innocenzo XIII, e con la direzione dell’architetto romano Francesco De Santis, fu realizzata la Scalinata di Trinità dei Monti (1723-26), raccordo scenografico tra le pendici del Pincio, dominate dalla chiesa della SS. Trinità, e la sottostante Piazza di Spagna, che fosse luogo di ritrovo per tutti i cittadini. Infatti, ancora oggi, la scalinata è un luogo di incontro e di ritrovo, tanto da essere definita il "salotto di Roma".

a 1400 mt

Piazza del Popolo

Piazza del Popolo

Monumentale ed elegante piazza, al vertice in cui si incontrano via del Babuino, via di Ripetta e via del Corso, le tre arterie principali del centro storico di Roma. L’urbanizzazione dell’area inizia nella seconda metà del ‘500, con la realizzazione di una prima fontana, la fontana del Trullo, su progetto di Giacomo Della Porta, oggi in piazza Nicosia, e con la successiva collocazione dell’obelisco Flaminio, alto circa 24 metri, e spostato dal Circo Massimo per ordine di Sisto V nel 1589; fu il primo obelisco a essere trasferito a Roma, al tempo di Augusto, per celebrare la conquista dell'Egitto.

a 900 mt

Piazza Navona

Piazza Navona

Uno dei complessi urbanistici più spettacolari della Roma barocca Piazza Navona è uno dei complessi urbanistici più spettacolari e caratteristici della Roma barocca. La piazza è delimitata dagli edifici che sorsero sui resti dello Stadio di Domiziano, della cui pista sono conservate la forma e le dimensioni. L’originale forma della piazza attuale, infatti, imita fedelmente il perimetro dell’antico stadio che Domiziano fece costruire nell’86 d. C. per la pratica di gare di atletica e corse di cavalli. I resti di questa antica struttura si trovano a 5-6 metri al di sotto dell’odierno piano stradale ed è possibile vederli ancora sotto un palazzo moderno in Piazza di Tor Sanguigna e nei sotterranei della chiesa di Sant’Agnese in Agone. Il nome moderno della piazza deriva dal termine Agones che in latino vuol dire appunto “giochi”.

a 1900 mt

Piazza San Pietro

Piazza San Pietro

Dominata dalla maestosa Basilica di San Pietro, Piazza San Pietro deve la sua caratteristica forma ellittica contornata dall’imponente colonnato al lavoro di Gian Lorenzo Bernini, che accoglie in un simbolico abbraccio milioni di pellegrini e turisti provenienti da tutto il mondo ogni anno. Ogni domenica, a mezzogiorno, una grande folla si raduna in questa piazza per assistere all’Angelus Domini e ricevere la benedizione del Papa che si affaccia dalla finestra del suo studio nel Palazzo Apostolico. Commissionato da papa Alessandro VII Chigi, il portico si compone di 284 colonne disposte radialmente su quattro file; diminuendo gradualmente il diametro, Bernini riuscì a mantenere invariate le relazioni proporzionali tra gli spazi e le colonne anche nelle file esterne. Grazie a questo accorgimento, posizionandosi sui dischi di porfido ai lati dell’obelisco, il visitatore vedrà il colonnato composto da un’unica fila di colonne.

I MUSEI

a 2900 mt

Musei Vaticani

I Musei Vaticani furono fondati da papa Giulio II nel 1506 e aperti al pubblico nel 1771 per volere di papa Clemente XIV. La scultura che gettò le basi per la costruzione del museo fu il cosiddetto Gruppo del Laocoonte: essa raffigura Laocoonte, il sacerdote che secondo la mitologia greca tentò di convincere i Troiani a non accettare il cavallo di legno che i Greci sembravano aver donato loro. La statua fu trovata il 14 gennaio 1506 in un vigneto nei pressi della basilica di Santa Maria Maggiore a Roma. Papa Giulio II mandò Giuliano da Sangallo e Michelangelo Buonarroti, che lavoravano al Vaticano, ad esaminare la scoperta, e su loro consiglio acquistò subito la scultura dal proprietario della vigna. Un mese dopo l’opera, che rappresenta Laocoonte e i suoi figli stretti tra le spire di un serpente marino, fu esposta al pubblico in Vaticano. Leggi tutto…

a 1200 mt

Museo Palatino

Museo Palatino

L'Antiquarium del Palatino (anche noto come Museo Palatino) è un museo situato sul colle Palatino a Roma. Fondato nella seconda metà del XIX secolo, esso ospita sculture, frammenti di affreschi e del materiale archeologico scoperto sul colle.

a 300 mt

Musei Capitolini

Musei Capitolini

I Musei Capitolini costituiscono la principale struttura museale civica comunale di Roma, parte del Sistema Musei di Roma Capitale, con una superficie espositiva di 12.977 m².

a 2000 mt

Museo Nazionale Etrusco

Museo Nazionale Etrusco

Il Museo nazionale etrusco di Villa Giulia è un museo statale italiano dedicato alle civiltà etrusca e falisca, alloggiato sin dall'inizio del XX secolo in villa Giulia a Roma. È di proprietà del Ministero per i beni e le attività culturali, che dal 2016 lo ha annoverato tra gli istituti museali dotati di autonomia speciale.

a 2500 mt

Galleria Nazionale d’Arte Moderna

Galleria Nazionale d’Arte Moderna

La Galleria Nazionale nasce nel 1883, pochi anni dopo la costituzione dello stato unitario italiano (Roma era diventata capitale d'Italia nel 1871), poiché si sentiva la necessità di un museo dedicato agli artisti contemporanei viventi o scomparsi da poco. La prima sede della Galleria fu il palazzo delle Esposizioni di via Nazionale, e la sua istituzione si deve all'opera del ministro Guido Baccelli.

a 1000 mt

Galleria Nazionale d’Arte Antica

Galleria Nazionale d’Arte Antica

Le Gallerie Nazionali di Arte Antica sono un'istituzione museale di Roma articolata in due distinte sedi espositive, una a Palazzo Barberini e l'altra a Palazzo Corsini. La collezione della galleria comprende lavori di Bernini, Caravaggio, van Dyck, Holbein, Beato Angelico, Lippi, Lotto, Preti, Poussin, El Greco, Raffaello, Tiepolo, Tintoretto, Rubens, Murillo, Ribera e Tiziano.

a 1900 mt

Galleria Borghese

Galleria Borghese

La galleria Borghese è un museo statale italiano, con sede nella villa Borghese Pinciana a Roma. Ospita tuttora gran parte della collezione d'arte iniziata da Scipione Borghese, cardinal-nipote di Paolo V, cui si deve anche la costruzione della villa stessa. Vi sono esposte opere di Gian Lorenzo Bernini, Agnolo Bronzino, Antonio Canova, Caravaggio, Raffaello, Perugino, Lorenzo Lotto, Antonello da Messina, Cranach, Annibale Carracci, Pieter Paul Rubens, Bellini, Tiziano. Si può considerare unica al mondo per quel che riguarda il numero e l'importanza delle sculture del Bernini e delle tele del Caravaggio.[2].

IL CIBO

Roma da gustare

Tonnarelli cacio e pepe

Tonnarelli cacio e pepe

Il piatto tipico della cucina romana ha origini antiche. I pastori dell'agro si portavano nella bisaccia cacio, pepe e spaghetti essiccati.
Fettuccine

Fettuccine

Le fettuccine alla papalina, furono inventate nella Roma degli anni 30'. Il Cardinale Eugenio Pacelli che stava per divenire il futuro Papa Pio XII e che era abituale cliente del ristorante “La Cisterna” a Roma – situato proprio vicino al Vaticano – chiese di poter mangiare un piatto nuovo, diverso dal solito.
Amatriciana

Amatriciana

L'amatriciana (matriciana in romanesco) è un condimento per la pasta tipico della tradizione gastronomica di Amatrice, cittadina in provincia di Rieti, nella regione Lazio. Dal 6 marzo 2020 è ufficialmente riconosciuta come Specialità tradizionale garantita dell'Unione europea.
Carbonara

Carbonara

E' un piatto caratteristico del Lazio,e più in particolare di Roma, preparato con ingredienti popolari e dal gusto intenso. I tipi di pasta tradizionalmente più usati sono gli spaghetti e i rigatoni.
Gricia

Gricia

Secondo alcune fonti il piatto nacque a Roma ma anche Grisciano, una frazione del comune di Accumoli, in provincia di Rieti, ne rivendica la paternità. Il nome potrebbe infatti derivare dal toponimo (da cui la variante "griscia") o da "Gricio", come nella Roma del ‘400 venivano appellati i panettieri, spesso provenienti dalle regioni tedesche del Reno e dal Cantone dei Grigioni,
Pizza

Pizza

Tutto ha inizio a Roma nella seconda metà degli anni ’50 quando qualche fornaio più illuminato ebbe l’idea di poter allargare l’offerta di vendita con prodotti quali la pizza al taglio.
Coda alla vaccinara

Coda alla vaccinara

La coda alla vaccinara è un piatto tipico della cucina romana, costituito dalla coda del bovino (di solito bue) stufata, condita con verdure varie.
Abboacchio scottadito

Abboacchio scottadito

E' un'antica ricetta di origine romana e fa parte di una tradizione culinaria semplice e povera. ... La parola abbacchio deriva dal termine romano usato nel dialetto per indicare il giovane agnello da latte.
Pecorino Romano

Pecorino Romano

La storia del Pecorino Romano ha origini millenarie. Già nel 48 A.C Virgilio descrivendone le proprietà nutritive racconta che il consumo giornaliero imposto ad ogni soldato romano era di 27 grammi al giorno.